Home » Locale » Friuli Venezia Giulia » Terzo Congresso FLC CGIL Friuli Venezia Giulia

Terzo Congresso FLC CGIL Friuli Venezia Giulia

Il resoconto dei lavori del 10 marzo 2014.

02/04/2014
Decrease text size Increase  text size

Il 3° Congresso regionale della FLC CGIL Friuli Venezia Giulia si è svolto nella giornata di lunedì 10 marzo a Tricesimo  in provincia di Udine presso l'Hotel Belvedere. I delegati che hanno partecipato ai lavori del Congresso erano 75 (41 donne e 34 uomini) tra cui 2 precari e 1 "giovane" delegata al di sotto dei 35 anni. I delegati eletti per la partecipazione al Congresso nazionale FLC CGIL sono 11.

All’apertura dei lavori è stata avanzata la proposta della compagna Franca Caufin, delegata dell’Università di Udine, quale presidente del Congresso, che è stata affiancata alla presidenza dal compagno Luigi Rossi, della FLC CGIL nazionale, dal compagno Franco Belci, segretario della Cgil del Friuli V.G., e dalle compagne Patrizia Marega, di Gorizia, Renata Brovedani, di Trieste e Mara Donat di Pordenone.

La relazione del segretario generale regionale uscente Natalino Giacomini ha toccato i seguenti punti:

  • Il contesto sociale, la crisi e le reali condizioni del Paese: aumento della povertà, disoccupazione e inoccupabilità, i giovani e le donne i più colpiti, la contrattazione elemento centrale per la Cgil;
  • riduzione dello stato sociale, i settori della conoscenza ancora sotto attacco da parte dei  Governi;
  • la risposta della FLC in ambito nazionale, regionale e territoriale;
  • le strategie future: apertura e ricerca di consenso nella società civile, ricercare l’unità tra le lavoratrici e i lavoratori, valorizzare la professionalità, sviluppare una nuova cultura sindacale, arricchire e rendere funzionale la modalità della comunicazione, organizzazione e rinnovamento.

Dopo l’intervento dell’Assessore Regionale all’Istruzione, dott.sa Loredana Panariti e i saluti del coordinatore regionale di Espero, Gian Franco dall’Agnese e della presidente di Proteo Fare Sapere,  Adelaide Puddu, ci sono stati 23 interventi di compagne e compagni in rappresentanza dei territori e dei diversi comparti,  i quali hanno contribuito ad analisi approfondita sui diversi temi al centro del dibattito, hanno indicato criticità e avanzato proposte.

Sia l’intervento del Segretario Franco Belci, della Cgil Regionale sia l’intervento conclusivo di Luigi Rossi, della segreteria nazionale della FLC hanno rispettivamente contestualizzato la fase che il paese e al suo interno la filiera della Conoscenza stanno attraversando. Hanno inoltre richiamato la necessità di mettere in campo proposte e azioni in grado di rafforzare l’azione della Cgil e della Flc, i cui presupposti devaono radicarsi tra le lavoratrici e i lavoratori della conoscenza. Entrambi, infine, hanno risposto alle sollecitazioni del dibattito tracciando le priorità in essere nell’azione del sindacato e della Cgil. 

Al termine sono state ascoltate le relazioni delle commissioni elettorale e politica.
Sono stati votati gli ordini del giorno come da prospetto su riportato. L'assemblea si è pronunciata eleggendo a voto palese i delegati al Congresso nazionale FLC, Congresso Regionale CGIL. A voto segreto è stato eletto il Comitato Direttivo della FLC CGIL del Friuli Venezia Giulia ed il Collegio dei sindaci revisori.

I risultati certificati a livello regionale relativi ai voti sui Documenti congressuali nelle Assemblee di Base, sono stati per la FLC CGIL del Friuli V.G.: al documento “Il lavoro decide il futuro” 89,30%; mentre per il Documento “Il sindacato è un’altra cosa” 10,70%.

Ordini del giorno approvati su:

  • Pari opportunità nel settore scolastico e formativo;
  • Sulla piena attuazione della Legge 38/2001 per la tutela della minoranza slovena;
  • Ordine del giorno “Sulle supplenze”;
  • Ordine del giorno sulle “Prove Invalsi”;
  • Ordine del giorno sulla “Riduzione di un’annualità nel percorso scolastico”;
  • Ordine del giorno “Sulla reintroduzione ei voti nella scuola primaria”;
  • Ordine del giorno “sui programmi di stroria”
  • Ordine del giorno “Sui Lettori/CEL insegnanti universitari di madrelingua”;
  • Ordine del giorno “Sul tempo pieno nella scuola primaria”
  • Ordine del giorno “Il nostro logo e la valorizzazione dei due generi”

Infine, si è approvato il Documento conclusivo al Congresso.

Ricostruiamo Città della Scienza

Congresso nazionale CGIL

XVII Congresso CGIL

Seguici su Twitter